Pro e contro dell’acquisto di usato in autosalone e da privato.

Spesso chi desidera acquistare un’auto usata si trova nell’indecisione quando deve scegliere tra affidarsi ad un professionista, cioè un autosalone o un rivenditore, o cercare l’opzione più valida da privato. Ci sono molti pregiudizi e pareri personali su questo tema, frutto anche di passate esperienze positive o negative. Con questo articolo facciamo un po’ di chiarezza mettendo in luce gli aspetti positivi e negativi dell’acquisto di veicoli usati da autosalone o da privato.

Ricevi gli articoli sulla tua email
Verena

L’acquisto di un usato da autosalone, concessionario o commerciante

Affidarsi ad un professionista del campo automotive significa, spesso, avere delle sicurezze in più. I veicoli in vendita, infatti, dovrebbero essere sempre scrupolosamente controllati e quindi più sicuri. Usiamo il condizionale perché ci sono professionisti che lavorano bene, all’insegna della trasparenza e della correttezza, e altri che purtroppo non rispettano un codice deontologico e cercano di lucrare sulle vendite, dimostrando poco rispetto per il cliente. 
In ogni caso, il professionista che vende ad un privato è comunque soggetto al Codice del Consumo e la garanzia legale è valida per minimo 12 mesi. Questo si traduce in maggiore tutele per il consumatore, che ha (all’interno di tutto il periodo di copertura della garanzia) 2 mesi di tempo dal momento della scoperta, per denunciare un difetto di conformità.
In aggiunta, si presuppone che eventuali difetti venuti alla luce entro i primi 6 mesi dalla vendita, fossero presenti al momento della consegna, ed è un onere del venditore dimostrare il contrario.
Spesso, per aumentare le tutele per il cliente, i professionisti offrono anche garanzie commerciali che coprono i guasti elettromeccanici, per periodi anche superiori ai 12 mesi. 

Dal punto di vista commerciale, scegliere il veicolo usato in un autosalone significa avere maggiore disponibilità e poter valutare pro e contro di un modello o di un altro. 
Inoltre, quasi tutti i concessionari e autosaloni offrono il servizio del ritiro del vecchio usato, ovvero la permuta. Questa è un’opzione particolarmente importante, soprattutto se il cliente possiede un veicolo di basso valore. Infatti, non riuscendo a venderlo dovrebbe accollarsi anche le spese per lo smaltimento.
Infine, i professionisti possono offrire servizi accessori davvero preziosi per il cliente, come finanziamenti, assicurazioni RC, allestimenti, personalizzazioni. 

Quali possono essere gli svantaggi nell’acquistare da professionisti? 

Spesso, pur confrontando veicoli simili, si possono trovare prezzi più alti negli autosaloni e concessionari, dovuti anche ai servizi che queste aziende offrono in più rispetto al privato. 
Un altro aspetto da considerare è che la permuta viene valutata a seconda del veicolo che si acquista, quindi possono esserci delle incongruenze rispetto ai desiderata del cliente. 

L’acquisto di un usato da privato 

La scelta di acquistare un veicolo usato da un privato si basa principalmente sul risparmio. Spesso, infatti, a parità di offerta, le cifre per comprare da privato sono inferiori rispetto a quelle del concessionario. Ovviamente, però, la compravendita tra privati include una componente di fiducia altissima, che va necessariamente valutata. 

Quali sono gli svantaggi? 

Abbiamo citato la fiducia perché nella vendita tra privati manca la parte di valutazione professionale sullo stato del veicolo in vendita, che deve essere fatta dallo stesso acquirente. Se un occhio esperto può valutare facilmente alcuni aspetti, ci sarà sicuramente qualche elemento che solo l’esperienza di un professionista può individuare. 
Dal punto di vista legale esiste solo la tutela sui vizi del bene (prevista dall’art.1490 del Codice Civile) ed è molto più difficile dimostrare che fosse presente un vizio al momento dell’acquisto, vista l’assenza di una valutazione professionale. Inoltre, la normativa prevede che si possa denunciare un eventuale vizio al massimo entro 8 giorni dalla scoperta, e anche questo aspetto può complicare la cosa. Ovviamente il privato non offre un servizio di garanzia commerciale per i guasti elettromeccanici. 
Dal punto di vista commerciale oltre a non poter usufruire di servizi accessori come finanziamenti e assicurazioni (se non privatamente), non è possibile nemmeno dare in permuta il proprio veicolo. 

La scelta del cliente rimane personale e dettata da tante valutazioni; resta il fatto che, dopo aver elencato tutti i pro e contro, risulta evidente come i servizi accessori e le tutele al cliente, possano diventare uno strumento per spostare l’ago della bilancia verso la compravendita presso il professionista. Tra tutte le garanzie commerciali possono, ancora di più, dare una spinta commerciale alla vendita. 
Vuoi scoprire come? Contattaci e il nostro staff ti spiegherà come possono esserti davvero utili. 

Verena

Resta informato

Ricevi un'email al mese con i nostri articoli sul mondo della garanzia e del post-vendita.
Lasciaci i tuoi dati, è gratis!

Sono: 

Ultime Notizie

Recentemente abbiamo parlato di