Perché non è possibile standardizzare i parametri di usura dei veicoli

Uno degli aspetti fondamentali quando si vende un’auto usata è lo Stato d’uso del veicolo. I parametri per fare questo tipo di valutazione non sono standardizzabili. Cerchiamo di capire perché, rispondendo ai dubbi più frequenti.

Ricevi gli articoli sulla tua email
MGItalia

Cos’è lo “Stato d’uso di un veicolo”?

È il documento che alcuni venditori rilasciano agli acquirenti, con l’obiettivo di fornire una fotografia delle condizioni generali dell’auto. In realtà, la definizione Stato d’uso è impropria, ed è più corretto utilizzare la dicitura Scheda tecnica del veicolo. In questo documento devono essere riportate tutte le caratteristiche tecniche dell’auto in vendita:

  • il numero di targa 
  • la potenza del motore
  • il numero dei precedenti proprietari 
  • eventuali riparazioni da effettuare.

La scheda tecnica ripercorre la “storia” dell’auto, ma non può riportare le condizioni di usura di parti non visibili. Del motore, ad esempio, possiamo conoscere il chilometraggio percorso ma non sapere con certezza il livello di usura dei componenti interni.

È possibile standardizzare lo stato d’uso per veicoli dello stesso modello?

Alcune associazioni di consumatori hanno proposto di standardizzare lo Stato d’uso di un veicolo: tenendo in considerazione il modello, l’anno di immatricolazione e le caratteristiche tecniche, tutti i mezzi dovrebbero avere gli stessi standard. In realtà, ciò non è possibile. La “fotografia” dello stato d’usura del veicolo non risulterebbe veritiera. La storia della manutenzione fatta dai proprietari precedenti, infatti, influisce molto sullo stato del veicolo, oltre al chilometraggio e al modo in cui è stato usato.

Come si compila la “Scheda tecnica del veicolo”?

La legge non obbliga all'utilizzo della scheda tecnica o dello stato d’uso, ma prevede che il consumatore venga ben informato sulle caratteristiche del prodotto. Se vorrai utilizzare la Scheda tecnica per informare il tuo cliente dovrai inserire le caratteristiche evidenti per l’occhio esperto di un venditore, e le notizie ufficiali reperibili da visure o documenti tecnici e di settore. Non sarà però possibile indicare esattamente tutta la storia dell’automobile e della sua manutenzione. Per esempio, non si può conoscere lo stato d’uso di un motore o di un cambio perché molto dipende dall'utilizzo che è stato fatto del mezzo.

Quando metti in vendita un veicolo è fondamentale creare una accurata Scheda tecnica contenente tutte le informazioni di cui sei a conoscenza. Non sarà uno stato d’uso perfetto, né standardizzato perché ci sono troppi fattori che influenzano l’usura di un veicolo e dei suoi componenti, ma fornirà un'immagine quanto più chiara possibile delle condizioni del veicolo. Standardizzare la scheda tecnica significa non tutelare né il cliente, a cui verrebbero date informazioni poco reali, né il venditore, che rischierebbe l’insorgere di difetti di conformità. La soluzione migliore è quella di inserire tutte le caratteristiche del veicolo nel contratto di vendita. MG mette a disposizione dei suoi iscritti un modello di contratto conforme alla normativa: è compilabile interamente nella propria area riservata e completamente personalizzabile. 

Come si valuta lo stato d’uso delle parti meccaniche?

Grazie a controlli mirati in officina, che spesso non necessitano azioni troppo invasive, si può valutare e indicare nella scheda lo stato di manicotti o dei condotti, oppure, la presenza di eventuali perdite nel vano motore, lo stato delle cuffie, dei dischi freno o dei supporti dell’albero di trasmissione. Il venditore potrà decidere, a seconda del loro stato di usura, di effettuare la sostituzione prima della vendita o avvisare il cliente degli eventuali lavori da svolgere dopo l’acquisto. 

Hai bisogno di una consulenza per la creazione delle schede tecniche? Vuoi qualche consiglio per la tua attività post-vendita? Contattaci subito.

MGItalia

Resta informato

Ricevi un'email al mese con i nostri articoli sul mondo della garanzia e del post-vendita.
Lasciaci i tuoi dati, è gratis!

Sono: