Le manutenzioni obbligatorie perché la garanzia sia efficace

Affinché le garanzie siano realmente efficaci è importante seguire un piano di manutenzione del veicolo rigoroso. Con questo articolo cerchiamo di fare chiarezza su quali sono gli interventi obbligatori o consigliati perché le garanzie possano coprire eventuali guasti e su come i piani di manutenzione devono essere comunicati al cliente.

Ricevi gli articoli sulla tua email
MGItalia

La prima cosa fondamentale è fare una corretta distinzione tra le diverse garanzie e su cosa esse coprano. 

La garanzia di buon funzionamento - quella che fornisce il produttore e, solitamente, riferita esclusivamente a beni di consumo- è di almeno 24 mesi. 
Nel caso di un’auto il produttore, cioè la casa automobilistica, fornisce insieme al veicolo un libretto di uso e manutenzione nel quale sono descritti i lavori da effettuare, le scadenze chilometriche e temporali e alcune caratteristiche dei materiali da usare per la manutenzione, come ad esempio per l’olio motore.
Queste scadenze devono essere tassativamente rispettate affinché la garanzia sia valida. Spesso si pensa e si veicola il messaggio che sia obbligatorio eseguire la manutenzione presso la rete ufficiale. In realtà non c’è alcun vincolo su questo aspetto ed è possibile effettuare gli interventi programmati di manutenzione presso un qualsiasi riparatore qualificato, purché si utilizzino materiali conformi alle prescrizioni del costruttore (se volete approfondire a questo link trovate il regolamento europeo).
É vero, invece, che in caso di mancata o non regolare manutenzione la rete ufficiale può rifiutare l’intervento in garanzia.

Per garanzia convenzionale o commerciale si intende “l'estensione” della garanzia già prevista sul nuovo o la garanzia sui veicoli usati, offerta direttamente dal costruttore o da società terze come MG Garantie. 
In questo caso, per mantenere valida la garanzia, occorre seguire la manutenzione indicata nel certificato di garanzia, che potrebbe ricalcare le scadenze e i lavori indicati dal costruttore come anche prevedere un proprio programma manutentivo. Ad esempio la garanzia commerciale potrebbe prevedere scadenze chilometriche o temporali più brevi di quelli indicate dal costruttore (soprattutto nelle garanzie per determinati veicoli usati).
Rimane invariato il fatto che la mancata o non regolare manutenzione potrebbe causare il rifiuto di una richiesta di garanzia.

Come comunicare con il cliente?

É fondamentale quindi, in entrambe i casi, informare correttamente il cliente e indicare chiaramente sulla modulistica la periodicità e gli interventi da eseguire, magari prevedendo un sistema (più o meno automatico) di avviso o remember degli interventi in scadenza. Questo modo di prestare attenzione al cliente, oltre a evitare situazioni spiacevoli e situazioni spinose post vendita, aumenterà la fiducia e la fidelizzazione del cliente.

Di quali interventi di manutenzione parliamo? 

Solitamente la manutenzione periodica riguarda i liquidi (olio, antigelo, ecc), i filtri (olio, aria, abitacolo) e altri materiali soggetti ad usura con una certa rapidità, a volte anche a prescindere dal reale utilizzo del veicolo. È importante utilizzare materiali di qualità ma soprattutto corrispondenti alle indicazioni del costruttore. Ad esempio sconsigliamo di utilizzare un olio con caratteristiche diverse da quelle indicate dal produttore, anche se a vostro avviso si tratta di un intervento migliorativo.
Desiderate conoscere nel dettaglio le caratteristiche delle garanzie commerciali proposte da MG? I nostri consulenti sono a vostra disposizione: contattateci.

MGItalia

Resta informato

Ricevi un'email al mese con i nostri articoli sul mondo della garanzia e del post-vendita.
Lasciaci i tuoi dati, è gratis!

Sono: